Cosa fare e vedere a Calgary?

48
cosa fare a Calgary

Calgary è una delle città più importanti e popolose della provincia di Alberta nello stato del Canada. E’ stata costruita in una regione costituita principalmente da colline, ad est della catena montuosa delle Montagne Rocciose.

Calgary è stata costruita abbastanza recentemente, intorno agli anni 70 del 1800 ed è stata riconosciuta come città nel 1894, grazie alla costruzione della rete ferroviaria con annessa stazione della Canadian Pacific Railway.

Il boom economico della città si ebbe però successivamente, intorno agli anni 50 del novecento, dopo la scoperta di grandi giacimenti di petrolio e il sorgere inevitabile di molte industrie petrolifere che crearono molta ricchezza e che ancora oggi sostengono l’economia della città. Altro fattore di ricchezza importante di questa città è il settore dell’agricoltura che investe moltissimo in tecnologie all’avanguardia.

Non va poi dimenticato che questa città è famosa per gli sport invernali e l’ecoturismo ed infatti sono presenti sul territorio moltissime stazione per villeggiare. Il connubio con gli sport invernali è sottolineato dal fatto che Calgary fu la prima città canadese ad ospitare le olimpiadi invernali.

Le maggiori attrazioni di Calgary

La più famosa e importante attrazione della città di Calgary è sicuramente la Calgary Tower, per cui è riconosciuta in tutto il mondo. Questa torre fu finita di costruire nel 1968 e arrivati in cima si può godere di una bellissima vista sull’intera città. Va ricordato inoltre che, nell’edizione del 1988 dei giochi olimpici invernali, la Calgary Tower fu sede della fiamma olimpica che da quel momento in poi viene accesa durante le ricorrenze più importanti.

Durante la visita a questa opera architettonica di grande valore è possibile anche attraversare un pavimento di vetro, posto a cinquecento metri di altezza che permette di osservare la struttura imponente dell’edificio.

Altre attrazioni affascinanti da visitare sono il Glenbow Museum, dove si può venire a conoscenza della storia canadese dall’ottocento fino ai giorni nostri e l’Heritage Park Historical Village, parco a tema storico in cui sono ricostruite le architetture di tutti gli edifici storici presenti nella città, avendo così la possibilità di fare una specie di viaggio nel passato.

Non va scordato poi il Canada Olympic Park, parco a tema sulle olimpiadi invernali del 1988 che offre anche una serie di attività sportive da effettuare all’interno come arrampicata, mountain bike e sci.

Zona verdissima della città è invece il Parco di Calgary che oltre ad offrire un bellissimo scorcio naturale all’interno della città è anche sede di un importante avvenimento che si svolge nel mese di luglio: il Calgary Stampede, festival che attira tantissimi visitatori, stimati intorno al milione. Questo festival è a tema cowboy, con rodei e altra attività in stile vecchio west.

Da ricordare poi sono lo Zoo che è situato sull’isola di San Giorgio e che è tra i più completi al mondo, con animali divisi a seconda della zona geografica di provenienza e lo Spaceport che è un centro a tema spaziale in cui è possibile effettuare molte attività interessanti e visitare mostre, provare attrezzature o tunnel del vento, oltre che poter ammirare vere rocce lunari o entrare in fedeli riproduzioni di veicoli spaziali.

Come richiedere l’eTA per andare a Calgary

Quando si decide di andare in Canada per un viaggio, se si fa parte di un certo gruppo di stati, tra cui l’Italia, è necessario compilare un modulo online, chiamato Electronic Travel Authorization.

L’eTA permette alle autorità canadesi di controllare se la persona, che fa parte di uno dei paesi esenti dall’obbligo di richiedere un visto per entrare in Canada, sia idonea e non sia un pericolo per la sicurezza.

Per poter viaggiare nel paese attraverso il programma eTA bisogna non solo fare parte della lista di paesi autorizzati, ma bisogna avere un passaporto valido, denaro sufficiente per tutta la durata del soggiorno.

Inoltre è necessario dimostrare che si fa realmente parte del paese di provenienza attraverso la residenza, i dati del proprio lavoro o un titolo di studio, oltre al fatto che si possiede una certa sicurezza finanziaria a rimarcare l’intenzione di tornare nel proprio paese di provenienza.

L’eTA è valido 5 anni ma è collegato al passaporto, quindi se quest’ultimo scade prima, scade anche l’eTA.

Per maggiori informazioni sull’eTA, visitare la guida completa su: https://eta-canada.it/eta-canada-in-dettaglio/