Quanto costa un pavimento in resina

27
pavimento in resina

Una soluzione avanzata per i pavimenti è quella che si basa sulla resina, un materiale sintetico che offre molti vantaggi. I pavimenti in resina sono molto resistenti e la loro messa in posa segue processi differenti rispetto a quelli tradizionali, sebbene se ne trovino anche a piastrelle, per motivi estetici. La fortuna dei pavimenti di resina è dovuta alla combinazione di costi ridotti rispetto alle soluzioni tradizionali e alla rapidità di preparazione.

Il processo è semplice, perché si tratta di stendere sulla superficie da pavimentare una resina epossidica che ha la proprietà di essere autolivellante, cioè di formare strati di altezza uniforme, se il piano di appoggio è perfettamente in bolla, è ovvio. Quanto costa un pavimento in resina dipende dalla qualità del materiale, dal suo spessore e dalle lavorazioni accessorie. Vediamo quindi quanto costano i pavimenti in resina Milano, almeno dal punto di vista dei materiali.

Tipi di resina per i pavimenti

Il primo elemento per capire quanto costa un pavimento in resina è la tipologia del materiale, che va da quello semplice ed opaco fino alle formulazioni dall’aspetto che riprende i materiali tradizionali e di pregio. Per quanto riguarda la quantità di resina da utilizzare, per un metro quadro si va dai 350g circa fino ad arrivare anche oltre 1.8kg in caso di pavimentazioni particolarmente spesse.

La variabilità è legata sia a questioni estetiche che di tenuta, per cui con le resine che richiedono uno spessore ridotto non ci si può aspettare un risultato particolarmente gradevole dal punto di vista estetico. Sono adatte per esempio per ambienti di lavoro come uffici e magazzini, dove l’unica funzione è quella di separare il piano di calpestamento dal cemento sottostante, mentre le resine più spesse si adattano bene alla pavimentazione delle abitazioni e consentono una rilavorazione entro circa 1 ora dal momento di stesura.

La rilavorazione che è un costo che fa parte dell’installazione, è necessaria per avere un piano di calpestamento liscio e lavabile, adatto alle civili abitazioni. In generale il tempo di calpestabilità parte da 7 giorni circa dalla stesura, ma dipende dalle condizioni di temperatura e umidità.

Lavorazione dei pavimenti in resina

La lavorazione incide molto sul costo finale del pavimento in resina epossidica e dipende fortemente dalla posizione del lavorato. Se si tratta di un semplice pavimento per esterni in resina spatolato, cioè con una lavorazione simile a quella del cemento si va dai 40 ai 60 euro per metro quadro. Un interno autolivellante semplice, quindi senza lavorazioni artistiche costa da 80 a 100 euro, anche se la cifra è indicativa e dipende molto dalla ditta.

Se invece si vuole una lavorazione particolare sullo spatolato, come un tema artistico o inserti di qualche tipo, ci si deve aspettare una spesa che oscilla fra i 60 e i 90 euro sempre al metro quadro. Il valore effettivo di quanto costa un pavimento in resina dipende anche dalle condizioni dell’assito.