gli sfizi di colapesce
di redazione
Enzo Bianco presente a Roma in questo importantissimo incontro che lo ha visto presentare il "Coordinamento dei comuni Unesco siciliani".Il progetto ha ricevuto grande apprezzamento dai Ministri Trigilia e Bray perché ritenuto uno strumento innovativo ed efficace per fare "rete" al fine di promuovere il turismo di qualità e valorizzare le eccellenze artistiche, monumentali e culturali di cui la terra di Sicilia è ricchissima.
Giovanni Barbagallo dovrebbe prendere il posto di Crocetta nell'Europarlamento, dopo l'elezione alla presidenza siciliana. La Barracciu, prima dei non eletti, è orientata a rimanere in consiglio regionale della Sardagna.
Intervista pubblicata da "La Sicilia" ad Enzo Bianco, Il senatore PD lavorando come relatore sul tema politico più importante, cioè la riforma elettorale, un incarico voluto dai vertici del PD. "E' una 'mission impossible' ma ci proveremo seriamente. Bisogna dare ai cittadini la possibiltà di scegliere davvero i parlamentari. In Sicilia costruiamo prima programma ed alleanze".
di Nino MIlazzo
Forse non hanno torto coloro i quali ritengono che stiamo peggio di vent'anni fa quando sul'Italia si abbatté il ciclone devastante di Mani pulite, che avrebbe travolto le strutture corrose della Prima Repubblica. Un fatto è certo: oggi l'edificio malamente e solo parzialmente costruito su quelle rovine è investito dal terremoto di una crisi che minaccia di comprometterne la stabilità...
Prosegue il viaggio nei quartieri di Catania da parte del senatore Pd. "Barriera-Canalicchio è il centro della nuova Catania, quindici anni fa c'era la delegazione della Polizia Municipale, adesso non c'è neanche un vigile urbano. Chiederò al prefetto e al governo la relizzazione di un commissariato nella zona Nord della città"In un salone parrocchiale, insieme a tutti i consiglieri comunali del Pd e a consiglieri di Municipalità, l'incontro con tanti cittadini. Confronto sui problemi della zona, tra proteste e proposte, dalla sicurezza al Parco Gioieni, dagli impianti sportivi agli eventi culturali.
Il gip Luigi Barone ha disposto l'imputazione coatta per concorso esterno in associazione mafiosa per il presidente della Regione e suo fratello Angelo. Le reazioni: Bianco chiede al Pd di ritirare il sostegno al governo regionale. Stesse richieste da Vendola e Licandro
Il bisogno di voltare pagina nella nostra regione e nelle grandi città è emerso dal dibattito tra Enzo Bianco e Gianpiero D'Alia di venerdì scorso a Catania. Sia il presidente dei Liberal Pd sia il capogruppo in Senato e segretario regionale Udc, entrambi all'opposizione del governo regionale e della giunta catanese, concordano sulla necessità di aprire una nuova stagione
NINO MILAZZO: PERCHE' HO PROPOSTO UN "MONTI SICILIANO"
di Walter
La splendida mostra della festa di Sant'Agata dal 1951 al 2003, le cui foto sono esposte al Museo Diocesano, offre un piccolo giallo. Durante l'inaugurazione alcune istantanee sono state eliminate. Guarda caso immortalavano il sindaco Bianco. Forse è una coincidenza, ma una manina "comunale" ci ha messo lo zampino. Che Stancanelli soffra di un complesso di inferiorità come il suo predecessore Scapagnini? 
di Nino Milazzo
Pensavamo che l'avvento del governo dei tecnici ci avrebbe risparmiato per qualche tempo lo spettacolo deprimente della politica e dei politici che alimentano l'antipolitica, vedendo sfilare sulle passerelle istituzionali personaggi e situazioni che avremmo preferito tenere lontani. Giovedì 12 gennaio, fra Montecitorio con l'affaire Cosentino e Palazzo della Consulta con la bocciatura dei riferendum, si sono consumati due eventi che, per una ragione o per l'altra, ci hanno riportato alle acri atmosfere tipiche di questa tormentata legislatura.
di Nino Milazzo
Negli anni '90 il ministro del Tesoro del governo Prodi, poi eletto al Quirinale, riuscì a far entrare l'Italia nell'Eurozona, aggiustando i conti pubblici, azzerando lo spread, partendo da una situazione non dissimile da quella attuale. Oggi c'è o no ancora un reale spazio per la fiducia? Tra ottimisti e pessimisti il governo Monti si prepara alla fase due, aiutato poco e male da una buona parte dei partiti italiani. Il nuovo esecutivo farà nascere nuove abitudini, nuova economica, nuovo welfare. E anche una nuova politica, con la scompaginazione dell'attuale sistema.
di Salvo Fallica*
Pubblichiamo un'intervista, uscita sul Riformista, a Giuseppe Condorelli, l'industriale che produce i famosi torroncini: «Il mercato estero risente meno della stretta dei consumi. La congiuntura economica ha avuto delle ricadute sulle nostre prospettive di crescita. Bisogna favorire la crescita del Pil, le liberalizzazioni, gli sgravi per chi investe al Sud. Manca il periodo della "primavera di Catania", ma non ho perduto la fiducia nel futuro».
di Fabio Rao*
Pubblichiamo un'intervista al sen. Bianco uscita sulla Gazzetta del Sud. "Nessuna novita sul Prg, ancora nessun atto presentato. Solo intenzioni, spesso riconducibili allo schema approvato negli anni '90. Il sindaco coniuga sempre i verbi al futuro, senza depositare alcunchè. Bene non puntare ad una cemetificazione selvaggia, ma troppe riduzioni delle aree verdi. Sbagliato non conteggare la cubatura di corso Martiti nel Prg. Bisogna finalmente pensare ad una pianifazione urbanistica metropoliana".
di Nino Milazzo
Non abbiamo più un'Europa a 27, dopo la decisione del premier britannico di chiamarsi fuori dalle intese degli altri leaders. E' un'ombra preoccupante sul futuro continentale. Intanto il governo Monti si muove su un terreno politico infido e inesplorato. Il risultato migliore è stato fermare il treno della crisi in tempo per evitare il disastro. Molto altro resta da fare per coniugare il trittico virtuoso  di rigore, equità e crescita
di Nino Milazzo
Il governo  Monti, competenza di ferro e spessore politico di vetro, si prepara ad affrontare i problemi italiani e la crisi. Una scommessa per il presidente Napolitano e una sfida per il senso di responsabilità per le forze politiche, che dovranno pensare prima al Paese e poi ai rispettivi partiti 
di Enzo Bianco
Occorre chiudere questo lungo, tormentato periodo subito, con l'approvazione immediata della legge di stabilità e le dimissioni formali di Berlusconi. Ma serve soprattutto un programma di ricostruzione del Paese.
Non un programma di emergenza per un anno, ma un progetto coraggioso in cui si affrontano le ragioni profonde della crisi. Ecco il pezzo del senatore, presidente dei LiberalPd, pubblicato oggi su "Europa"
di Red Pill
E se stasera Stanki non parlasse nè di Senato nè di sindacatura? Abbiamo scoperto in anteprima cosa veramente annuncerà il sindaco: il concerto del grande cantautore o la candidatura per ospitare i Giochi del 2054. E se proprio dovesse optare lo accompagnamo a Roma in 40mila, come per la promozione del Catania. Almeno finalmente Stancanelli verrà rinosciuto
di Nino Milazzo
Prosegue il declino politico del governo Berlusconi. Esiste un problema etico, sottolineato dalle parole del cardinale Bagnasco che ha sferzato, senza possibilità di equivoci, gli sfrenati comportamenti del cavaliere di Arcore. Esiste un problema estetico che scaturisce dalla personalità di un premier che si circonda di squallidi avventurieri. Esiste un problema politico testimoniato sia dalle lacerazioni della maggioranza, con le critiche feroci a Tremonti e i segnali di dissenso (Pisanu) e di distacco (Versace). Esistono le pericolose esagerazioni politico-lessicali di Bossi. La conclusione non può essere che una: girare pagina.
di Nino Milazzo
Nuova boutade del presidente del Consiglio che continua il suo attacco alla Magistratura. Intanto Pdl e Lega salvano dall'arresto Milanese e Bossi, dimenticando le orgini legalitarie leghiste, diventa complice di una pessima operazione politica. Il voto va in scena nel giorno in cui Papa Ratzinger, dalla sua Germania, cita Sant'Agostino e parla della politica: "Togli il diritto e allora che cosa distingue lo Stato da una grossa banda di briganti? La Bibbia vuole indicarci che cosa deve essere importante per un politico. Il suo criterio ultimo non deve essere il successo. La politica deve essere un impegno per la giustizia"
La denuncia di Enzo Bianco: il Comune non fornisce più casse mortuarie perché non paga i fornitori. E Carmelo Sofia (PD): Il deposito del cimitero è in condizioni inaccettabili: 17 celle frigo su 24 non funzionano, topi e sporcizia. E poi il problema sicurezza nelle ore pomridiane
VIDEO/ Cimitero, il deposito della vergogna
di Nino Milazzo
La definizione che l'Economist aveva dato di Berlusconi alcuni mesi fa viene confermata dai fatti. Le frivolezze di Arcore hanno lasciato il campo all'incapacità tecnica e all'irresponsabilità politica, come dimostra la stesura grottesca della manova economica. Tagli annunciati e poi ritirati, cittadini colpiti e poi salvati, misure stabilite e poi cancellate da un giorno all'altro. E l'utlima bozza non pare ancora quella definitiva. L'Italia sconta una mancanza di serietà agli occhi dell'Europa e del mondo e le tante inchieste che colpiscono la politica disegnano una brutto Paese. A quando il cambiamento?
di Francesco Marano
Catania non è ancora una città mediterrana e ha perso la sua vocazione europea. Bisogna far nascere la città metropolitana, aprire Catania al mare, non considerare più i diritti come favori, creare un grande distretto turistico-culturale del Sud-Est siciliano per contrastare la realtà palermocentrica e ricreare il connubbio tra Università, enti locali ed imprese. Chi può farlo? Non basta semplicemente il rinnovamento. Servirà una squadra, i giovani, le idee, le capacità e un direttore d'orchestra che sappia guidare il tutto. Un sindaco non solo dei partiti, ma dei cittadini
di Walter
L'avvocato Fiumefreddo stavola ha ragione. Il gup del processo Iblis, Alfredo Gari, è marito del sovrientendente al Teatro Massimo nominata direttamente da Lombardo. Chiari motivi di opportunità inducono ad una riflessione. Anche senza aspettare l'iter della ricusazione
di Walter
Da circa due anni è diventato il tormentone della presunta "discontinuità" tra il governo Cuffaro e quello nuovo, innovativo e riformista di Raffaele Lombardo. Ma in questi giorni è venuto fuori che durante l'inchiesta Iblis il geologo Barbagallo, vicino all'Mpa, ha detto chiaramente che Lombardo voleva un inceneritore nel catanese, non a Paternò ma alla zona industriale. Ecco l'articolo pubblicato su Repubblica e Livesicilia.it
di Luca Sansonetti
L'ex ministro dell'Interno Enzo Bianco, parla dei problemi del partito democratico e chiede un immediato cambio di rotta per affrontare i reali temi del Paese: "Dobbiamo chiudere immediatamente questa fase, chiamiamola di costruzione o transizione". E allontana, almeno per il momento, il rischio scissione. Pubblichiamo l'intervista da L'Opinione  di mercoledì 19 gennaio
Domenica 9 gennaio a Caltagirone il Pd celebra il referendum sul sostegno dei democratici al governo Lombardo. Cardiel: «Consultare la base è un obbligo politico e morale». 
di di Andrea Lodato
Nell'ambito del dibattito sulle prospettive della città di Catania e della sua provincia nell'immediato futuro, ecco le priorità secondo l'ex sindaco, il senatore del Pd, Enzo Bianco. Pubblichiamo l'intervista di martedì 4 gennaio su La Sicilia
di di Andrea Lodato
Nell'ambito del dibattito sulle prospettive della città di Catania e della sua provincia nell'immediato futuro, ecco le priorità secondo l'ex sindaco, il senatore del Pd, Enzo Bianco. Pubblichiamo l'intervista di martedì 4 gennaio su La Sicilia
di di Andrea Lodato
Nell'ambito del dibattito sulle prospettive della città di Catania e della sua provincia nell'immediato futuro, ecco le priorità secondo l'ex sindaco, il senatore del Pd, Enzo Bianco. Pubblichiamo l'intervista di martedì 4 gennaio su La Sicilia
di di Andrea Lodato
Nell'ambito del dibattito sulle prospettive della città di Catania e della sua provincia nell'immediato futuro, ecco le priorità secondo l'ex sindaco, il senatore del Pd, Enzo Bianco. Pubblichiamo l'intervista di martedì 4 gennaio su La Sicilia
di di Andrea Lodato
Nell'ambito del dibattito sulle prospettive della città di Catania e della sua provincia nell'immediato futuro, ecco le priorità secondo l'ex sindaco, il senatore del Pd, Enzo Bianco. Pubblichiamo l'intervista di martedì 4 gennaio su La Sicilia
di di Andrea Lodato
Nell'ambito del dibattito sulle prospettive della città di Catania e della sua provincia nell'immediato futuro, ecco le priorità secondo l'ex sindaco, il senatore del Pd, Enzo Bianco. Pubblichiamo l'intervista di martedì 4 gennaio su La Sicilia
di Andrea Lodato
Il senatore ribadisce la necessità che il Pd tolga il sostegno al governatore per le vicende giudiziarie.  Crisi nazionale. Prima riforma elettorale, poi il voto. Io candidato-sindaco a Catania? Possibile ma senza sponsor "eccellenti". Ecco l'intervista pubblicata sul quotidiano La Sicilia del 25 novembre
di Ernesto Galli Della Loggia
"Non sta finendo solo una maggioranza o un governo: si sta concludendo l’avventura di un uomo solo. È la solitudine di Berlusconi il dato che oggi più colpisce". Vi proponiamo l'editoriale di Ernesto Galli Della Loggia sul Corriere della Sera
di Redazione
Lombardo fa "prove tecniche di secessione" e rilascia dichiarazioni separatiste in un intervista al Giornale. Dure reazioni da parte di Enzo Bianco e Anna Finocchiaro che condannano le "strampalate ricostruzioni" storiche dell'Unità d'Italia e del ruolo di Garibaldi
di Nino Milazzo
Nino Milazzo nella sua "Opinione" analizza uno dei temi più caldi della politica nazionale. A Catania la Procura si dibatte tra le tensioni internei e l'inchiesta su Lombardo, e ll senatore PD Lumia entra a gamba tesa. La politica deve tenersi alla larga dalle decisioni autonome della Magistratura. E intanto alla Rai il leader degli ascolti Santoro è ritornato ad essere il bersaglio del dg Masi.
di Red Pill
A Catania anche recarsi all'ospedale è diventato molto difficoltoso e dispendioso. Nel grande ospedale etneo esiste una vera e propria tassa di ingresso camuffata: dopo 15 minuti di sosta gratuita si paga il parcheggio come se si fosse in giro per far shopping. E la convenzione con l'Amt non c'è più
Il senatore del Pd, Enzo Bianco si oppone con fermezza all'idea che il Pd possa fare da stampella al quarto Governo Lombardo. «Raccomanderei a chi avesse fretta di occupare qualche poltrona di assessore o di sottogoverno di essere più prudente per evitare di scottarsi in un progetto politico avventuroso e con compagni di viaggio incompatibili con la nostra storia. Sono pronto ad ogni iniziativa perchè queste elementari considerazioni siano rispettate»
Francesco Marano (Capogruppo PD alla 3a) scrive a Consoli e ai capigruppo: «Catania è un ente inadempiente e sta contravvenendo alla legge regionale. Non escludo che un qualsiasi cittadino (e a maggior ragione i consiglieri di quartiere) possa rivolgersi al Tar per denunciare e obbligare l'amministrazione a recepire una chiara norma. Si attui una sperimentazione soft delle deleghe»
di Redazione
Il senatore del Pd è netto: "Perseguendo queste scelte politiche si stanno percorrendo strade che portano fuori dal partito. Chi parteciperà alla manifestazione dell'8 luglio dimostrerà di voler rompere con il PD"
di Walter
Dopo il terzo consiglio comunale consecutivo disertato dagli esponenti della maggioranza, la crisi della coalizione che sostiene il sindaco è ormai evidente. Vi proponiamo un confronto emblematico tra due consiglieri di centrodestra, Francesco Navarria (Pdl ufficiale) e Puccio La Rosa (Pdl Sicilia). Accuse interne, partiti in lotta tra di loro e al centro di tutto l'insufficiente azione amministrativa di Stancanelli.
di Walter
Nelle attese dichirazioni all'Ars sulle inchiesta per mafia Lombardo trasforma il j'accuse in autodifesa. La vigilia era stata ingigantita dalle promesse di clamorose rivelazioni da parte del governatore, poi però niente nomi e niente notizie. Ma molta "fuffa"
di Red Pill
Anche in questi giorni la margherita in mano al sena-sindaco Stancanelli ha dato il suo verdetto. Niente abbattimento e niente tornaindietro. Peccato che la stessa margherita, quale petalo fa, pardon qualche mese fa, suggerì al senatore catanese di far abbattere il ponte e di realizzare l'agognato tornaindietro. Di petalo in petalo si consuma il mix tra botanica e sindacatura del buon Raffaele.
di Red Pill
Anche in questi giorni la margherita in mano al sena-sindaco Stancanelli ha dato il suo verdetto. Niente abbattimento e niente tornaindietro. Peccato che la stessa margherita, quale petalo fa, pardon qualche mese fa, suggerì al senatore catanese di far abbattere il ponte e di realizzare l'agognato tornaindietro. Di petalo in petalo si consuma il mix tra botanica e sindacatura del buon Raffaele.
di Red Pill
Anche in questi giorni la margherita in mano al sena-sindaco Stancanelli ha dato il suo verdetto. Niente abbattimento e niente tornaindietro. Peccato che la stessa margherita, quale petalo fa, pardon qualche mese fa, suggerì al senatore catanese di far abbattere il ponte e di realizzare l'agognato tornaindietro. Di petalo in petalo si consuma il mix tra botanica e sindacatura del buon Raffaele.
di Lillo Miceli
Intervista a La Sicilia del senatore Bianco che lancia due precisi messaggi: il primo, al suo partito perché abbia più coraggio ed approfitti dello sbandamento del centrodestra siciliano per trasformarsi in forza di maggioranza; il secondo, al presidente della Regione affinché rompa definitivamente i ponti con il Pdl nel suo complesso, «ribelli» e «lealisti».
di Redazione
"Il Bellini muore - dice il prefetto, commissario del Teatro Massimo -  se Fiumefreddo non se ne va, non c'è modo di risolvere la situazione se non con le dimissioni. Il bilancio 2010 è coperto solo per i due terzi e non c'è programmazione estiva". Il senatore del PD sottoscrive: "Seguire l'appello del commissario. La denuncia è gravissima, così come la responsabiltà del presidente della Regione che non ha fatto nulla. E Stancanelli si è solo limitato a battere pugni sul tavolo".
Lettera aperta del senatore del Pd, Enzo Bianco all'assessore rregionale all'Istruzione e Formazione Professionale
di Redazione
ULTIMISSIMA “Fare insieme il sindaco e il parlamentare significa abusare della fiducia degli italiani. Questa storia dell’incompatibilità sta superando il limite della decenza". Chi avrà fatto questa dichiarazione contro il doppio incarico che, guarda caso, riguarda il senatore-sindaco di Catania Raffaele Stancanelli? Non si tratta nè di Enzo Bianco, nè di Nello Musumeci. Scopritelo
di Alfio Lisi
Dall'86° di Enna al 107° di Agrigento, i capoluoghi siciliano risultano, nella classifica del Sole 24 ore, tra i più invivibili di Italia. Un risultato che dovrebbe far riflettere i sindaci e le ammiistrazioni di queste città
di Francesco Marano
La grottesca vicenda della Ztl in una parte del centro storico, annunciata dal sindaco sui giornali ma non comunicata a vigili urbani e uffici comunali, è lo specchio dello stato di Catania. I solarium non solarium, i rattoppi non rattoppi, gli euro non euro (intesi come 140mln). E il dubbio amletico è diventato il paradigma della nostra città
Pubblichiamo l'intervento al Senato di Enzo Bianco sul disegno di legge del Governo in discussione in aula. «L'introduzione del reato di ingresso e soggiorno illegale è inefficace e in contrasto con il principio di eguaglianza previsto dalla nostra Costituzione»
di Editoriale
EDITORIALE / Bassa partecipazione al voto, ancor di più nei Paesi dell'Est. Dopo l'abbuffata televisiva proviamo a ragionare sulla tornata elettorale per il Parlamento dell'Unione. E mentre le forze socialdemocratiche vanno giù dappertutto, il Partito Democratico italiano fa meglio degli altri. E conquista una numerosa pattuglia di eurodeputati. Un punto di partenza per avviare la riflessione su un moderno riformismo
di MadRed
"Applausometro tiepido. Il sindaco: "Ma questo non è tempo di applausi...". Così titola LA SICILIA di oggi. Seppur non possiamo esimerci dal sottolineare che crisi di applausi è di sicuro, l’applausometro va in cortocircuito per molti, ma non per tutti
di La Red
Nella deliberazione del 22 ottobre la magistratura Contabile ritiene possibile utilizzare i 140 milioni del decreto solo per la copertura dei disavanzi per cui non sono scauduti i termini di legge. Quelli del 2003 e del 2004 rimarrebbero fuori, e il Comune sarebbe già automaticamente in dissesto
di Amarcord
A Catania può capitare di incontrare ex posteggiatori ora in divisa. Prima ci aiutavano a parcheggiare in doppia fila e oggi, sorpresa, li ritroviamo dall'altra parte della barricata.
di MadRed
Un tempo si parlava di Milano del Sud o di Catania high tech, ma oggi basta aprire uno dei principali quotidiani nazionali per rendersi conto che il "Grande Buco" ha definitivamente risucchiato la speranza e riempito intere pagine di cronaca
Gerenza | Scriveteci | Sostieni il dito | Pubblicità
ildito.it - associazione Athena (p.iva 03944360878)