il dito nell'occhio
di redazione
Riceviamo e pubblichiamo questo "avviso" come si chiamava in passato che, degno della migliore satira, incarna anche la tradizione dei catanesi che all'occorrenza senza tanti fronzoli e con poche parole esprimono le loro idee ed i loro stati d'animo. In questo caso l'obiettivo come appunto scrivono i "lisci" è l'uscente "Stancanulla" 
di cirneco
Stancanelli il 17 febbraio alla convention di Fratelli d'Italia dichiarava baldanzoso: "Fdi sarà il mio consenso, misurerò il mio gradimento come sindaco con il voto a Fratelli d'Italia, sarà la gente a scegliermi alle comunali"...Intendeva comunali o condominio?
di cirneco
I goffi e patetici tentativi del sindaco Stancanelli per acchiappare  consensi
di redazione
La replica dei consiglieri comunali PD al vicesindaco ed assessore al bilancio Bonaccorsi sul "Piano di risanamento" presentato al Consiglio comunale.
di redazione
La conferenza stampa a Palazzo di Città dei consiglieri del Partito Democratico al Comune di Catania. Le denunce sul discusso "Piano di risanamento" presentato dall'Amministrazione Comunale. Presenti il Sen. Enzo Bianco, l'on. Giovanni Burtone e l'on. Giuseppe Berretta.
di Alessandra Ziniti*
Pubblichiamo un articolo di Alessandra Ziniti apparso su "La Repubblica" sul processo "Cenere". La vicenda del contributo illegittimo ai dipendenti municipali, a pochi giorni dal voto, con il quale Enzo Bianco di fatto venne sfavorito
di Nino Milazzo
Riceviamo e pubblichiamo un articolo di Nino Milazzo dove il giornalista, evidenzia il goffo tentativo di Berlusconi a "Servizio Pubblico" di imitare l'inimitabile: Antonio De Curtis in arte Totò
di Carmelo Sofia*
Il Vicepresidente del consiglio comunale di Catania Carmelo Sofia, sottolinea il bisogno di un impegno forte ed esclusivo per chiunque decida di candidarsi a Sindaco di Catania.
di Saro D'agata*
La lucida e puntuale replica di Saro D'Agata agli articoli apparsi sulla stampa in cui il sindaco Stancanelli, accusava Enzo Bianco di aver mal gestito i bilanci comunali
di redazione
La partecipata del Comune di Catania potrebbe far parte di una società consortile per essere rilanciata e ritornare competitiva sul mercato
di redazione
In risposta alla replica di Stancanelli rispetto alla proposta di Enzo Bianco per una soluzione praticabile, definitiva e di rilancio per la Catania Multiservizi, il consigliere Francesco Navarria fa ulteriore chiarezza sullo stato delle cose
La sentenza sul processo "Cenere" è giunta all'atto finale: condannati Umberto Scapagnini e la sua Giunta.  Le dichiarazioni del Sen. Enzo Bianco e del suo legale Prof. Giovanni Grasso.
Riceviamo dal Gruppo Consiliare del PD al Comune di Catania, un comunicato sulla incredibile vicenda che dimostra quanta approssimazione ed incompetenza ci sia dietro la gestione del Comune e di come le Amministrazioni Scapagnini e Stancanelli abbiano fatto a gara per distinguersi nelle negligenze.
Ancora nomine alla Regione, nonostante si sia già in campagna elettorale. Eppure la macchina lombardiana non si ferma: tutti i nominati sono vicinissimi al presidente dimissionario. Ecco perché le denunce di irregolarita degli assessori Vecchio e Venturi. Un "caso" su cui il Giornale di Sicilia apre in prima pagina
di Talete
In molti si attendevano che, davanti al mare di Li Cuti, il docente annunciasse di correre per la poltrona di sindaco. Ma non è statao così. Serata interlocutoria, senza grandi progetti sulla città, che conferma però una cosa: non importa la prioposta politica o il progetto, ma soltanto che non ci sia un simbolo di partito alle spalle
di Anna Cardo
Non siamo d'accordo con chi afferma, forse con poca obiettività, che la classe dirigente di tutto questo periodo deve farsi da parte. Gli anni Novanta sono un'esperienza di grande valore, con un progetto e una visione prospettica. Ed è da lì che bisogna ripartire. L'esempio di Orlando a Palermo ne é la controprova
di Giorgio Amato
In esclusiva il dialogo tra il neo assessore alle infrastrutture della Regione Sicilia e la sua coscienza per valutare se accettare l'incarico o meno. Una "intercettazione" che abbiamo solo noi del Dito
di Nino MIlazzo
di Nino Milazzo
Con un po' di immaginazione si può pensare che anche la dura terra sia in collera in questo nostro Paese incupito da una transizione politica e da una crisi economica e sociale, che si sono diabolicamente combinate sollevando nubi nerissime, gonfie di paure e incertezze
di Observer
Che nervi tesi ha Stancanelli! E che sfuriata verso la giornalista del Tgr che gli faceva qualche domanda e notava la discordanza tra quanto diceva il primo cittadino e quanto sostenevano i lavoratori dei servizi sociali. Ma che modi sono?
di Iachino
Caso pratico per il concorso alla selezione di 15 agenti ambientali comunali che hanno il compito di rovistare nella munnizza lasciata fuori dai cassonetti e all'infuori degli orari consentiti per indivuduare i trasgressori e affibbiare la multa
di Nino Milazzo
Le proteste del popolo no-tav, le primarie della discordia del PD a Palermo, l'indecenza di Bossi leader stracotto della Lega
di Nino Milazzo
L'Italia non può essere credibile verso i mercati e verso le istutuzioni europee se non si libera del premier, ossessionato dalle sue pulsioni sessuali e dai processi. E il coro degli indignados e dei critici si sta allargando. Anche a destra
di L'Osservatore Etneo
Il primo cittadino di Catania, in attesa della pronuncia delal Corte Costituzionale sull'incompatibilità dei doppi incarichi, sprofonda nelle graduatorie: in quella di produttività al Senato è 305esimo, in quella sul consenso dei sindaci è 99esimo. Forse è proprio l'ora di scegliere quale, unico, lavoro fare da grande...
di Nino Milazzo
di Nino Milazzo
La crisi non risparmia nessuno. Le dimissioni di Stark destano allarme e la Germania è insofferente nella difesa dell'euro. Nel frattempo in Italia Berlusconi continua a mentire sulla crisi e sui rimedi, si erge a difensore della patria ma l'ennesimo caso giudiziario che lo colpisce mina ancora di più la credibilità del nostro Paese. Anche il caso Penati crea inquietudine. Un piccolo spiraglio di "salvezza" con il referendum elettorale
Prova di nuovo, rivoluzionario, piano viario attorno all'isola pedonale Piazza Duomo. Sensi alternati all'inglese, segnali che annunciano cordoli fantasma, strisce blu "abusive" e bestemmie. Un girone infernale fino agli Archi della Marina dove, come per incanto, adesso si apre una pista da corsa che nemmeno a Montecarlo...
Stupisce un po' la  "nota in rosso" pubblicata su Sud in calce al resoconto della conferenza stampa di Enzo Bianco sulla crisi economica di Catania. Non si capisce che cosa dovrebbe "macchiare" Enzo Bianco che fa una proposta per il lavoro e lo fa con i consiglieri comunali del PD che da sempre e in più occasioni hanno contrastato l'accordo con Lombardo
La tradizionale baldanza dell'onorevole si è sciolta come neve al sole. Invece di presentarsi davanti ai giudici sfugge e convoca conferenze stampa. «Sulle questioni politiche – dice Enzo Bianco - ricordo che il PD ha espresso, in modo inequivocabile, una posizione unitaria: l'appoggio è finito»
di Carmelo Consoli
Pubblichiamo un commento di un lettore del Dito arrivatoci via Facebook sulla vicenda dei nuovi treni della metropolitana di Catania che la FCE ha intitolato a due briganti siciliani
di Jorge Amato
Da conclamati paladini dell'antimafia a ipergarantisti osservatori dell'inchiesta della Procura di Catania che vede indagato il presidente della Regione. Al di là della vicenda giudiziaria, che deve fare il suo corso, cosa non vede oggi, politicamente, chi nel PD dovrebbe richiamarsi alle storie di Mattarella e La Torre?
di Anna Cardo
S'è dimessa Marella Ferrera, stanca dei giochi della politica. Nella decisione c'entra anche il destino della delega al Turismo, oggi ancora in mano alla nuova sovrintendente del Teatro Massimo Bellini, Rita Cinquegrana. In arrivo un politico? In giunta ormai di tecnico resta poco...
di La Red
Dopo il "terremoto" interno con la cacciata del direttore, il giornale d'inchiesta prosegue la sua attività. ma chi sono le nuove firme, visto che la vecchia redazione sen'è andata praticamente in blocco? Ecco cosa abbiamo scoperto...
Leggi anche "La replica di SudPress
di Red Pill
Si dice che Raffaele Stancanelli nel giorni scorsi abbia tentato di tutto per far slittare il voto della commissione bicamerale sul federalismo fiscale senza successo. Alla fine la tragica decisione. Dimissioni dalla commissione il giorno prima della riunione decisiva... Per poi restare a bocca asciutta
di Carlo Lungaro
Carlo Lungaro, che è stato ai vertici dell'azienda catanese, replica alle dichiarazioni del senatore Stancanelli, che nella conferenza stampa di fine anno, non potendo citare obiettivi centrati dalla sua amministrazione ha pensato di attaccare gestioni dell'Amt di dieci anni prima. Come se negli ultimi anni non avesse governato la sua maggioranza. Pubblichiamo la lettera che Lungaro ha inviato al Giornale di Sicilia
di Redazione
Nell'intervista rilasciata all'Espresso, Raffaele Lombardo dice che "A Kabul si sentirebbe in vacanza"... Ma perché non concerdersi quanche giorno di relax allora? Inoltre, Lombardo parla - proprio "lui" - di "un gruppo dedito alla sistematica spoliazione della regione". Pubblichiamo uno stralcio dell'articolo e la replica del senatore Enzo Bianco
Siamo tutti contenti di riavere finalmente la nostra villa. Festeggiamo la riapertura ma non dimentichiamo i ritardi che il centrodestra ha causato. È questo l'invito contenuto nel volantino distribuito dal gruppo consiliare del Pd e dai Giovani Democratici Città di Catania per non dimenticare i quattro anni di chiusura "inspiegabile" del giardino catanese
Come ha fatto il segretario provinciale del Pd a cadere così "ingenuamente" nel trappolone teso dal settimanale di area autonomista? Una serie di strane coincidenze. E qualche errore...
di Walter
Sul suo blog, il capogruppo del Pd all'Ars ha tenuto a far sapere ai lettori quale fosse il suo giudizio sul fondo di Gian Antonio Stella che ieri ha stigmatizzato la linea politica che del Partito che si sta alleando con Raffaele Lombardo. E solo per avere detto questo, Cracolici ha accusato Stella di razzismo. Ma di fronte alle verità, seppur scomode per alcuni, non sarebbe meglio un dignitoso silenzio?
di Salvatore Resca
L'intervento di don Salvatore Resca sulla polemica fra "Famiglia cristiana" e i politici di centrodestra che accusano il settimanale cattolico di essere come "Il Fatto" o "L'Unità" per vai delle critiche avanzate al premier
di La Red
La storia di una volta affrescata, dei proprietari preoccupati per i lavori che vi si facevano proprio sopra e della "leggerezza" con cui sono state date le autorizzazioni. Ora quei dipinti, che erano sottoposti a vincolo della soprintendenza, sono una grande macchia. E il proprietario della casa, Andrea Perra si chiede: la soprintendenza è un ufficio preposto a tutela dei beni vincolati o degli imprenditori?
di Ufficio Stampa Cgil
Il sindacato pone alcune domande all'amministrazione comunale dopo la scoperta della scandalosa cricca smascherata dalle indagini della magistratura etnea. «Vicenda portata avanti per anni senza nessun sistema di controllo interno»
di Walter
Durante gli scontri dialettici, spesso ci si lascia andare a considerazioni eccessive, irreali o fantasiose per supportare le proprie tesi. Come quelle del capogruppo del Pd all'Ars, Antonello Cracolici che ha messo in discussione la capacità di prendere voti da parte dei parlamentari nazionali "nominati" dal partito in contrapposizione a chi conquista le preferenze una per una... come lui
di Redazione
Il senatore del Pd, Enzo Bianco manifesta la sua preoccupazione per il blocco dell'attività amministrativa al Comune di Catania che si ripercuote pesantemente sulla città. «La maggioranza spaccata, le ripercussioni politiche della scelta di varare una giunta tutta tecnica e l'assenza del sindaco impegnato anche al Senato creano le condizioni per un immobilismo dannoso»
di Marcello Tringali
Il consigliere della 7a Municipalità analizza con senso critico la situazione del Pd in città. «Nonostante la situazione difficilie di Catania, l'opposizione che fa? Poco e niente e, tra la fuoriuscita di un deputato regionale, quella di qualche consigliere unita a quella di diversi consiglieri circoscrizionali, tenta di sopravvivere sulle spalle e grazie all'azione di qualche bravo e volenteroso rappresentante istituzionale»
di Arturo Comis
Riceviamno e pubblichiamo la lettera di un lettore, Arturo Comis, che partendo dalla condizione ormai "estrema" dell'ex palazzo delle poste di viale Africa, apre ad alcune considerazioni sullo stato della città
di Arturo Comis
Riceviamno e pubblichiamo la lettera di un lettore, Arturo Comis, che partendo dalla condizione ormai "estrema" dell'ex palazzo delle poste di viale Africa, apre ad alcune considerazioni sullo stato della città
Una delle piazze più belle di Catania si trova da troppi anni in condizioni inaccettabili. Enzo Bianco: «L'amministrazione deve trovare il modo di ripristinare lo spazio, magari eliminando i volumi in eccesso ed eliminando l'ipotesi dei centri commerciali. Nel rispetto del lavoro della magistratura bisogna trovare al più presto una soluzione». E oggi il Comune presenta la richiesta di dissequestro
Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un lettore, che tornato a Catania, dopo anni d'assenza racconta il suo sbigottimento nello scoprire com'è ridotta la sede del suo vecchio Partito e la delusione nel metodo usato per la formazione delle liste per le elezioni universitarie
Con l'arrivo della stagione calda Catania rischia di esser invasa da questo insetto, non solo fastidioso ma anche pericoloso. Questo l'allarme lanciato da ambienti scientifici e accolto dal senatore Enzo Bianco: «Il sindaco garante della salute dei cittadini, deve farsi carico del problema. Se non ci sarà un'inizaitiva dell'amministrazione comunale chiederemo da altri soggetti istituzionali di intervenire»

Leggi anche: Il sindaco cosa fa?
di La Red
Rispetto a dieci anni fa in servizio ci sono metà degli autobus e un terzo di conducenti in meno. L'anno scorso pagati 5 milioni di euro di straordinari. La conferenza stampa di Bianco e dei consiglieri del Pd
di Aurelio Buscemi
Un lettore ci scrive esprimendo i suoi dubbi e le sue poerplessità sull'appoggio del Partito Democratico al governo regionale. E, soprattutto, chiede di fargli capire che sta succedendo
di Eleonora Miceli
Riceviamo e pubblichiamo la lettera di una lettrice sulle iniziative del Partito Democratico, che comincia il suo "viaggio" nei quartieri da Librino. Bella idea. Ma non era già cominciato il "viaggio" nei quartieri di Enzo Bianco proprio da Librino?
di Manu Ciao
Partiti gli Stati Generali del Comune di Catania, realizzati grazie allo sponsor: una srl con sede a Roma, nata nel 2008. Sostiene i costi dell'organizzazione e della comunicazione per 230 mila euro. Spirito di solidarietà? Ricerca di visibilità?
di Il Cirneco
I soldi del Cipe? Non bastano a coprire quelli già spesi dal Comune. Di cosa si vanta il sindaco? Di un magheggio degno di Silvan? E tutto il resto del gigantesco indebitamento del comune? Attendiamo le regionali di marzo...
di Observer
Oggi pomeriggio a Palazzo dei Chierici il convegno promosso da Comune, Università, dottori commercialisti. Chi interverrà a parlare di conti pubblici da risanare? il sindaco e l'ex ragioniere generale. Abbiamo un'idea precisa sul loro intervento... 
di Rosazzurro
Il MPA affigge in città i manifesti per "cacciare" il sindaco. Mentre il governo dei catanesi, Lombardo e Strano, candida il capoluogo regionale alle Olimpiadi 2020 senza nemmeno dirlo al sindaco... Che succede a Palermo?
di Il Cigno
I ritardi della Norma al teatro romano strapieno oltre ogni limite, il concerto di piazza Università bloccato in attesa che finisse l'opera a poche centinaia di metri di distanza. Viva chi organizza spettacoli e cultura, ma ci si poteva coordinare meglio?
di CiTì
Ancora un tracollo. Ultimi in classifica con un misero zero sul taccuino dei punti. I rossazzurri fanno tre su tre: sconfitte. Si può rimediare ma qui ci vuole una cura da cavallo
Riceviamo e pubblichiamo la lettera che CittàInsieme e CittàInsiemeGiovani hanno scritto in merito all'inerzia del Consiglio Comunale e al mancato raggiungimento del numero legale nelle ultime sedute dell'assemblea cittadina
di Agata P.
Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Agata P., ex studentessa siciliana che rivela il suo passato da escort, tra festini e bella società, sino all'incontro con Lui, per la prima volta, ai piedi del'Etna
di Aramis
Un lettore della Sicilia, accorato tifoso berlusconiano, si avventura in un ardito paragone tra l'ostracismo del premier contro Biagi, Santoro e Luttazzi e la normale attività di controllo del Parlamento che sta approfondendo il comportamento del neodirettore del Tg1 Minzolini, reo di aver oscurato delle notizie per favorire il presidente del Consiglio. Una confusione pericolosa, in un periodo in cui la libertà di stampa viene messa continuamente in discussione.
di Aramis
Un lettore della Sicilia, accorato tifoso berlusconiano, si avventura in un'ardito paragone tra l'ostracismo del premier contro Biagi, Santoro e Luttazzi e la normale attività di controllo del Parlamento che sta approfondendo il comportamento del neodirettore del Tg1 Minzolini reo di aver oscurato delle notizie per favorire il presidente del Consiglio. Una confusione pericolosa, in un periodo in cui la libertà di stampa viene messa continuamente in discussione.
di Aramis
Un lettore della Sicilia, accorato tifoso berlusconiano, si avventura in un'ardito paragone tra l'ostracismo del premier contro Biagi, Santoro e Luttazzi e la normale attività di controllo del Parlamento che sta approfondendo il comportamento del neodirettore del Tg1 Minzolini reo di aver oscurato delle notizie per favorire il presidente del Consiglio. Una confusione pericolosa, in un periodo in cui la libertà di stampa viene messa continuamente in discussione.
di Aramis
Un lettore della Sicilia, accorato tifoso berlusconiano, si avventura in un'ardito paragone tra l'ostracismo del premier contro Biagi, Santoro e Luttazzi e la normale attività di controllo del Parlamento che sta approfondendo il comportamento del neodirettore del Tg1 Minzolini reo di aver oscurato delle notizie per favorire il presidente del Consiglio. Una confusione pericolosa, in un periodo in cui la libertà di stampa viene messa continuamente in discussione.
di Aramis
Un lettore della Sicilia, accorato tifoso berlusconiano, si avventura in un'ardito paragone tra l'ostracismo del premier contro Biagi, Santoro e Luttazzi e la normale attività di controllo del Parlamento che sta approfondendo il comportamento del neodirettore del Tg1 Minzolini reo di aver oscurato delle notizie per favorire il presidente del Consiglio. Una confusione pericolosa, in un periodo in cui la libertà di stampa viene messa continuamente in discussione.
di Aramis
Un lettore della Sicilia, accorato tifoso berlusconiano, si avventura in un'ardito paragone tra l'ostracismo del premier contro Biagi, Santoro e Luttazzi e la normale attività di controllo del Parlamento che sta approfondendo il comportamento del neodirettore del Tg1 Minzolini reo di aver oscurato delle notizie per favorire il presidente del Consiglio. Una confusione pericolosa, in un periodo in cui la libertà di stampa viene messa continuamente in discussione.
di Aramis
Un lettore della Sicilia, accorato tifoso berlusconiano, si avventura in un'ardito paragone tra l'ostracismo del premier contro Biagi, Santoro e Luttazzi e la normale attività di controllo del Parlamento che sta approfondendo il comportamento del neodirettore del Tg1 Minzolini reo di aver oscurato delle notizie per favorire il presidente del Consiglio. Una confusione pericolosa, in un periodo in cui la libertà di stampa viene messa continuamente in discussione.
di Umberto B.
Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Umberto B., un lettore del Nord. Che ripescando nella relazione dell´Ispettorato per l´Immigrazione del Congresso americano sugli immigrati italiani negli Stati Uniti (Ottobre 1912), ritrova molti capisaldi su cui fondare la moderna politica del governo sull'immigrazione 
di Veronica
Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Veronica L., una lettrice che ci scrive da Macherio. Ci racconta di matrimoni in crisi e di amicizie che hanno portato il marito sulla cattiva strada
di Silvia Mannaggia
L'Amt alza bandiera bianca: "niente orari, non riusciamo a garantirli". E tutte le signore Concetta e i signori Pippo che ogni giorno prendono l'autobus? Alla fermata non vi sono certezze. E' una scommessa con l'orologio e non resta che confidare su arcane congiunture. E se si volesse chiedere conto al sindaco?
Dal quotidiano LA SICILIA, la lettera aperta di Enzo Bianco alla città. Un incoraggiamento a chi, in tempi come questi, ha ancora il coraggio di scommettere su Catania
di il dito
Il senatore Bianco lancia l'allarme sulla situazione di paralisi della città e manda un appello ai catanesi affinchè facciano sentire la propria voce
di Geronimo
Dove un tempo regnava rigogliosa la natura, oggi imperversa un tappeto di cartacce e volantini, frutto della vergognosa campagna di centro destra "Rialzati Italia"
di La Red
Ci risiamo. Sul "caso" Catania è in corso il gioco dello scaricabarile. Scapagnini che non ne capisce di numeri, Lombardo che non c'era e i suoi uomini che sono arrivati quando ormai era troppo tardi...
di Colapesce
Chi si intende di musica sa che il valzer è prima di tutto veloce e spigliato. Forse al quotidiano La Sicilia il valzer risuona in filodiffusione quando viene decisa la scaletta delle pagine politiche.
di Red Pill
Il novello conquistador delle Due Sicilie si è improvvisato storiografo e critico letterario in una intervista di Aldo Cazzullo sul Corriere della Sera di qualche giorno fa. Ma è stato "inquadrato" per bene anche da Enrica Brocardo su Vanity Fair
di Colapesce
C'è ma non si vede. Ecco la carta vincente di Berlusconi. Apparire meno possibile, altrimenti il confronto con il "nuovo" di Veltroni è già perso.
di La Red
Al Centro direzionale di Pantano D'Arci fanno bella mostra di sè duemila, cassonetti per la raccolta differenziata ed un numero imprecisato di mezzi dell'Ato ambiente nuovissimi, alcuni dei quali mai immatricolati. Accanto, quintali di spazzatura. Ecco a voi un blog pieno di foto.
di Colapesce
Cuffaro avrebbe dovuto dimettersi. Poi i cannoli poteva continuare a mangiarli. Ma a casa propria, l'unico posto dove ognuno di noi è libero di non dovere dimostrare niente a nessuno.
di Antonio Di Grado*
Fu veramente un cantiere di iniziative, un risveglio di energie, quello di quegli anni; la prima cosa che feci, appena insediato, fu di ordinare e avviare un'inventariazione finalmente completa e attendibile dei beni stipati nel Castello Ursino. L'intervento del docente ed ex assessore alla Cultura Di Grado alla biblioteca Ursino Recupero...
di Luca Spataro
E' l'inizio di una nuova stagione che vogliamo avviare insieme ai tanti che sperano in una Sicilia migliore.
di Maurizio Caserta e Dario Montana*
Il 6 dicembre i catanesi hanno trovato in edicola una bella sorpresa. L'edizione del quotidiano La Repubblica usciva con la pagina regionale.Caserta e Montana propongono al Dito una riflessione...
di Maurizio Caserta*
Il Partito Democratico a Catania dovrà allargare gli spazi di libertà al lavoro, all'impresa, alla cultura; ma dovrà farlo in maniera non invasiva. Dovrà creare le condizioni perché ciascuno spazio di libertà possa alla fine presidiarsi da solo.
di Melampo
Messe in dialetto, beauty performance. Il carnevale di Catania, a differenza di quello di Acireale, si pratica tutto l'anno e gode di imbattibili sketch che nella "ridente cittadina dello Ionio" neanche si sognano.
di L'osservatore
Claudio Fava oscurato. Ancora una volta. E' davvero troppo chiedere uno sforzo di democrazia?
di Ben Hur
E' normale che il lettore catanese abbia dovuto acquistare il Corriere della sera per capire lo strano caso del concorso dei vigili al Comune di Catania? Beh, no.
di Colapesce
Prima di finire sotto le ceneri del Vulcano, Pompei era una dissoluta città pagana. E nella mia famiglia c'era una frase che ricorreva spesso: "Gli ultimi giorni di Pompei". Come a voler dire, gli ultimi giorni prima dell'inevitabile tramonto, gli ultimi giorni prima della fine.
di Colapesce
Un tempo gli scalpellini scolpivano le facciate delle chiese e dei palazzi nobiliari. Era un lavoro artistico, di grande pregio e di grande considerazione. A Catania, ai giorni nostri, gli scalpellini si occupano d'altro.
di Il dito
Una volta, alzando sulla testa i suoi occhialetti da intellettuale anni '40, disse ad un giornalista che "il problema dell'umanità è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi".
di Domenico Trischitta
Le favelas catanesi hanno una storia che non ha niente a che vedere con la decadenza del mondo occidentale.
di Felice Cavallaro*
La tecnica rapida del «chi resta seduto approva» e via con l' imprimatur per far volare 500 mila euro verso la società catanese «Amatori» raccomandata da un ex deputato di An col pallino del rugby, Benito Paolone. Dal "Corriere della sera".
di The witness

L'assenza va giustificata. Non solo a scuola, come ci hanno insegnato generazioni di presidi e insegnanti, ma anche di fronte alle responsabilità.
di Nurit Peled-Elhanan
Nurit scrive di Abir, una bambina palestinese di 9 anni uccisa da una pallottola sparata da un poliziotto di frontiera israeliano mentre stava uscendo da scuola ad Anata. Una scuola che il Muro taglia a metà.
di Il tecnico blu
Non è una formula chimica ma un alchemico gioco delle parti all'interno della nuova bozza di Piano regolatore. Siamo a Picanello dove da anni i cittadini aspettano piazze, verde pubblico, scuole. E dove l'amministrazione comunale ora prevede che tutto sia edificabile in nome di una perequazione distorta. E i proprietari godono? No, scontenti pure loro. Ecco perché.
di Franco Garufi
Franco Garufi, responsabile per il Mezzogiorno per la Cgil nazionale, risponde ad un editoriale pubblicato lo scorso 11 novembre su La Sicilia a firma dell'intellettuale Pietro Barcellona. "Che dalla riflessione di un intellettuale di statura nazionale sulla sua terra manchi del tutto la sinistra, suona conferma della marcia da gambero di quelle che una volta si definivano le forze del cambiamento".
di il dito
Pubblichiamo un editoriale di Furio Colombo apparso sull'Unità nei giorni scorsi. Per chi volesse saperne di più sul "rischio democrazia" nel giornalismo italiano.
di redazione
"The only good journalist…": è il titolo del Guardian, nel ricostruire la tragica fine della collaboratrice Anna Politkovskaya, giornalista del periodico russo Novaya Gazeta. Enrico Rotelli traduce l'articolo per l'Osservatorio Ilaria Alpi.
di EUGENIO SCALFARI*
"Ritengo in tutta onestà che sia buona. Con alcuni difetti, ma con un saldo positivo rispetto agli obiettivi che erano stati sostenuti in campagna elettorale". Parola di Eugenio Scalfari.
di Raida
"Ho scritto questa lettera oggi nonostante sia talmente stanca e dolorante da sentirmi malata". Scrive Raida direttamente da un letto d'ospedale. L'originale è in inglese e circola sul web. Noi lo abbiamo tradotto...
di Il dito
Giudizi e numeri sul PRG visto dalla Margherita. A voi un'altra, approfondita analisi sullo strumento urbanistico più importante per lo sviluppo della città.
di Ottavio Cappellani
Sinceramente non riesco a capire cosa stia succedendo al Festival del Cinema di Taormina e quali siano i motivi di questo colare a picco. E' tutta colpa di Laudadio? Oppure è colpa della solita buona vecchia Sicilia che conosciamo così bene e che tende a distruggere ogni cosa per piccoli interessi personali?
di Domenico Valter Rizzo
Il giudizio di Pietro Barcellona, che pure fotografa alcune contraddizioni che esistono dell'attuale formazione di Governo, mi appare ingeneroso.
Giudicare un Governo a poche settimane dal suo insediamento è quanto meno affrettato.
di Red Pill
La Sicilia, probabilmente, non avrà il suo Ponte, almeno in tempi rapidi. Ma noi vogliamo parlarvi di una campagna stampa che ci stupisce...
di Enzo Bianco*
"Sono certo che le politiche di questo Governo saranno attente verso l'opportunità Mezzogiorno ed i problemi della maggiore isola. Se così non fosse, non faremo sconti a nessuno..."
di Paolo Magnano
Il tema su cosa deve fare un giornale in periodi di campagna elettorale è appassionante. Se indicare apertamente la propria preferenza o non dichiararla affatto. Se c'è un confine tra equidistanza e faziosità.
di Red Pill
I soliti bene informati preannunciano sorprese dopo le elezioni di aprile e maggio.
Una sentenza del Tar, relativa alle scorse elezioni comunali, sarebbe prevista per giugno. Pochi ne parlano, ma...
di Danilo Moriero
Può essere la divisione, la spaccatura ad ogni culturale? Sì, se guardiamo a come Silvio Becosto l'obiettivo di un uomo di governo, anzi, la sua cifra rlusconi sta conducendo una delle campagne elettorali più inutilmente propagandistiche della storia repubblicana.
di Colapesce
Che il "Movimentino" di Raffaele Lombardo finisse letteralmente "sotto i piedi" di Alberto da Giussano non ci avrei mai creduto.
di Padre Resca
Cinque anni di governo Berlusconi letti alla luce della dottrina sociale della chiesa. Incredibile, ma vero: ecco cosa ci racconta Padre Resca.
di Attilio Giordano*
Il venerdì di Repubblica oggi in edicola racconta Catania con il bilancio in rosso. A firma dell'inviato Attilio Giordano la fotografia di una città. Che fa male.
di Robespierre
Chissà come deve sentirsi la pervicace anima democristiana che continua a celarsi sotto la corazza autonomista del nostro presidente crociato.
di Il postino
"Amico elettore, amica elettrice, grazie al tuo voto ho potuto raggiungere l'obiettivo concreto di raddoppiare il mio patrimonio in soli 2 anni". Ecco come

di il dito
Fare quattro conti in tasca al Comune di Catania non è facile. Ma lo scorso 19 dicembre Enzo Bianco è intervenuto in consiglio comunale a pochi giorni dal voto sul Bilancio e ha snocciolato numeri e dati reali sulle casse del Comune. Con uno sguardo al passato ed uno al futuro. Vi proponiamo alcuni stralci del suo intervento.
di Robespierre
Chissà come deve sentirsi la pervicace anima democristiana che continua a celarsi sotto la corazza autonomista del nostro presidente crociato...
di CANDIDO CANNAVO'*
Un pezzo in prima pagina firmato da Candido Cannavò ha gettato lo scompiglio a Palazzo degli Elefanti.
Se non avete comprato il mitico giornale rosa, allora leggete qui..
di Valeria Arlotta- Step 1
Ventidue anni dall'assassinio di Giuseppe Fava: il Teatro Stabile rende omaggio al giornalista ucciso dalla mafia con l'opera drammaturgica redatta dal figlio Claudio e raccolta nel volume pubblicato dalla Fondazione Fava.
Articolo di Step 1
di Il dito
La realtà ha mille facce, e ne assume almeno una in più quando viene riportata sui giornali.
Martedì scorso i consiglieri comunali dell'Unione organizzano una conferenza stampa per raccontare gli ultimi risvolti della telenovela finanziaria al Comune di Catania. Vi raccontiamo una storia...
di ROBESPIERRE
La prima cosa che ho scoperto è che, alla fine, l'on Nello Musumeci si è proprio dimesso.
L'ex cosindaco, poi vicesindaco di una breve ed ingloriosa stagione amministrativa ha mollato baracca e burattini in nome della prospettiva "autonomista".
di Old boy
Rendere al lettore comprensibile la verità dei fatti. Questo comandamento va oltre le simpatie o le antipatie editoriali. E noi vi spieghiamo perchè...
di Seymour Zuckermann
Un "atto di fede"? Forse gli elettori di Forza Italia sono tentati sempre più dall'idea di un megapellegrinaggio a Santiago de Compostela.
di Clemens Wergin
La città, la mafia, lo scrittore Cappellani e la legalità scomparsa. I tedeschi ci vedono così. Seconda parte.Dal quotidiano Tagesspiegel
di Il dito
Tutti numeri delle primarie a Catania e provincia. Con una riflessione.
di True colors
Abbiamo pensato ad una mini sceneggiatura per un corto. Abbiamo pensato ad una storia tanto finta quanto possibile. La storia di un deputato tutto d'un pezzo che confonde il sogno con la realtà.
di Franco Garufi
Il Meridione è il terreno di battaglia su cui si perderanno o vinceranno le prossime elezioni: in quest'area cinque regioni su sei sono governate dal centrosinistra, e proprio il risultato di aprile ha trasformato in frana lo smottamento del berlusconismo.
di Ezio Mauro*
Il Polo: proporzionale con soglia del 4% e premio di maggioranza. Il centrosinistra insorge, Fassino si appella a Ciampi. Ma Berlusconi tira dritto: "Dipende solo da noi". Ezio Mauro scrive ai lettori di Repubblica spiegando cos'è successo ieri in Parlamento.
di Il dito
Avrebbe dovuto vibrare come non mai, suscitare emozionati ricordi dei tempi passati. Invece pare che la cerimonia per la presentazione alla città del "nuovo" organo di Donato del Piano non sia andata per il verso giusto.
di Franco Garufi
Un ragionamento sull'editoria in città. Tema delicato, ma da affrontare
di Franco Garufi
I 18 milioni cuciti addosso a Scapagnini con l'ultima trovata di agosto, pongono più di un problema; pongono anzi un intreccio di temi, riflessioni, persino di notizie inedite che rimandano ad un'Italia istituzionale priva di senno e di etica.
di Franco Garufi
Leggi, studi, cerchi di capire, ma non riesci a vincere la sensazione di impotenza, lo sconforto per ciò che appare inspiegabile
di Franco Garufi
Uno dietro l'altro i nodi vengono al pettine.
A lungo si è fatto finta di non capire quanto fosse profonda la trasformazione in atto nella mafia catanese e quanto lunghi e robusti stessero ridiventando i fili dei rapporti con alcuni settori della politica e dell'affarismo. Una riflessione.
di Antonio Di Grado*
Dal Dito di carta un intervento del docente universitario catanese sulla città del "dopo elezioni".
di Offset
Ecco la strategia del centro destra per le prossime regionali: fare di Catania un "bully pulpit"
di L'Espresso*
"La cultura mafiosa soppianta quella civile. Si torna ai massimi insulti del "cornuto" e del "porta iella". la celebrazione dei coglioni diventa di uso comune". Leggete L'antitaliano ne L'espresso di questa settimana.

di Silvana La Spina
Strani tempi i nostri. Così a rischio di idiozia e di infangamenti ideologici da impedirci di non tacere. Anzi di urlare la nostra sicura, senza mezzi termini, partecipazione al dibattito politico.
di Joshua Ben Pantera
Che spettacolo pietoso vedere questi enormi cetacei gommati incagliati tra via Alessi e via Manzoni.
di Antonio Guarnaccia
L'amministrazione Scapagnini in un volantino elettorale circolato in questi giorni per Catania si è appropriata della realizzazione della pubblica illuminazione nella collina Primosole, pur sapendo che si tratta di una iniziativa predisposta dalla giunta Bianco nel 1999.
di Colapesce
Alla fine ad una decisione sono arrivati. E la decisione è quella che era nell'aria da tempo. Il centro destra ha scelto il suo candidato, è Umberto Scapagnini. Onore al merito, perché un riconoscimento – almeno questo - bisogna darlo al sindaco uscente.
di Robespierre
Bisogna finirla, in Sicilia, di far finta di non capire che la mafia è diventata un soggetto politico ed economico che tenta di controllare l'economia legale anche attraverso alleanze con la politica.
di Paolo La Greca
Finalmente è accaduto. Il cantiere della via Passo Gravina, martoriato accesso alla città da nord, entra nel Guinness dei primati come quello più inaugurato della storia senza ancora essere stato completato.
di Robespierre
Il vento dei giorni scorsi ha scardinato porte e finestre e per le stanze della Casa delle libertà gira un'aria davvero gelida.
di Danilo Moriero*
Rinascita economica del Mezzogiorno e del Paese, innovazione tecnologica, nuova occupazione. C'è qualcuno che ci pensa? La politica nazionale e i governi locali stanno "facendo squadra" con gli imprenditori, stanno creando le condizioni favorevoli al decollo del Sud? No, non più. Non adesso. E ne parlano anche i quotidiani nazionali.
di Robespierre
Era nervosetto il presidente Cuffaro nel corso della trasmissione televisiva "Primo Piano" , sotto il fuoco di fila delle affermazioni documentate di Claudio Fava
di Robespierre
In questi cinque anni di centro-destra la città ha subito un arretramento costante e gravissimo sul terreno della cultura della prevenzione.
di Orazio Licandro*
"La Sicilia" pubblica la risposta di Scapagnini alla lettera dei deputati del Centrosinistra sulle pagine pubblicitarie ed i super poteri. E il segretario dei Comunisti italiani ci dice che...
di il dito
Sulle pagine pubblicitarie di Scapagnini sui poteri speciali il Centrosinistra scrive una lettera al sindaco. E parte pure un'interrogazione parlamentare.
di Maurizio Crosetti*
Auguri a tutti voi dalla redazione del dito. Con un pensiero a chi non c'è più e la voglia di pace e serenità per tutti.
di Robespierre
Provo a ragionare serenamente sulla situazione che si sta creando nella sinistra catanese, per dare un modesto contributo ad evitare la tentazione mai sopita dell'autolesionismo.
di ROBESPIERRE
Ecco la punta emergente di un fenomeno sempre più diffuso: la nuova povertà in una società impoverita da un modello distorto di consumi e dalla crisi dell'economia. Il problema ci riguarda da vicino
di Robespierre
Quanto sarà costato alle esauste casse del Comune di Catania l'inserto, realizzato in collaborazione con la PK, pubblicato su "La Sicilia" di venerdì 26 novembre?
di Robespierre
Tra i vizi di questa città, uno dei peggiori è il suo inguaribile provincialismo, magnificato nelle opere di scrittori famosi, ma fonte di piccoli e grandi guai quotidiani.
di Robespierre
La bella fiction televisiva su Paolo Borsellino ha riportato in superficie i ricordi di quella tragica estate del 1992. E intanto è successo che...
di Colapesce
Vi ricordate cosa disse l'amministrazione Scapagnini al primo tentativo di dibattito dei pionieri Cea sull'argomento? Che non c'erano i tempi e gli spazi utili per il cambiamento. Che la Villa Bellini doveva mutare solo secondo quel progetto già consegnato dai tecnici.
di Robespierre
Analisi della ricerca Piepoli: non sorprende la reazione irritata del nostro beneamato sindaco.
di Robespierre
Catania è davvero una città eccezionale, l'unica in Europa nella quale il podismo rappresenta il modo più veloce per muoversi nell'ambito urbano.
Posso testimoniarlo.
di Robespierre
Rotatorie e parcheggi contro l'inquinamento, posa dell'ultima basola in via Etnea, annunzio di anticipato completamento dei lavori in piazza Borsellino. Per Scapagnini deve essere proprio una faticaccia.
di Robespierre
E' un fatto che la sensibile attenuazione del principio di legalità è stata favorita dalle leggi "ad personam" che hanno caratterizzato i primi cento giorni del governo Berlusconi.
di Colapesce
Se i conti non tornano, c'è sempre la terza via. Scapagnini lo è venuto a sapere e ha scoperto come accontentare i "fratelli delle periferie che soffrono".
di Robespierre
Riflessioni sul disagio profondo che vive la nostra società e la lezione di Massimo D'Antona.
di Colapesce
Le brave zie non le ha solo Berlusconi. La mia guarda silenziosa i cantieri e poi fa la sua profezia. Elettorale.
di Robespierre
Il sondaggio dei Ds ha avuto sul super sindaco un effetto " di fuoco". Il superdotato (di poteri speciali…) primo cittadino ha preso cappello e , lasciati in pace per qualche minuto ponti, viadotti e sovrappassi stradali, ha fatto sentire alta e forte la voce della sua protesta.
di Robespierre
Che fare dal momento che la riforma costituzionale imposta dal Centrodestra, se passerà, creerà un gran pasticcio anche nella definizione dei poteri locali?
di Orazio Licandro*
I pentiti ci rivelano come la criminalità organizzata non abbia mai smesso di esercitare la propria nefasta influenza sulla democrazia economica dell'isola.
di Robespierre
Dall'inizio del 2004 saranno almeno una decina i sindaci siciliani oggetto di minacce o di attentati da parte della mafia. Ultimo, il primo cittadino di Alcamo, mentre a Gela per Rosario Crocetta era addirittura stato ingaggiato un killer lituano
di Il pungitopo
Proviamo a fare un po' di chiarezza su quel che si muove dietro il servizio idrico integrato in provincia di Catania. E scoprirete perché "acqua" fa rima con "affari".
di Robespierre
La guerra non ha sconfitto il terrorismo, anzi ne ha moltiplicato la ferocia.
E' giusto e va affermato con forza; ma non basta a risolvere i nodi dell'oggi e del domani, né a farci uscire dall'orrido guazzabuglio di dolore e di lutti
di Robespierre
Un'opera cinematografica non è mai semplicemente un pamphlet di denuncia; essa è dotata di un'estetica e di un linguaggio connaturati alla natura del "medium".
di Tahar Ben Jelloun*
Riflessione dello scrittore marocchino che sa parlare all'Occidente: " Indossare il velo significa una cosa ben precisa: rifiutare la laicità, rifiutare la scuola pubblica".
di Massimo Cacciari*
Forse il film-documentario di Moore, "Fahrenheit 9/11", non toglierà il sonno a Bush. Vi si mescolano troppe prospettive, troppe suggestioni, senza che nessuna venga presentata con forza davvero persuasiva. O almeno così la pensa un filosofo ed ex sindaco.
di Comitato per la partecipazione e la democrazia
La città è presa da un apparente "sonno estivo". Sotto-sotto, fioccano le invenzioni e le "imprese" di "Catania cambia Catania". Sopra- sopra, sulle strade della rete viaria catanese e nella circostante area metropolitana, in maniera sempre più crescente e drammatica , si intensificano quotidianamente gli incidenti
di Robespierre
Un mini saggio scritto apposta per il Dito. Un percorso di analisi e memoria storica sul quale riflettere. Una chiave di lettura per il presente che la città sta vivendo
di Antonio Rizzo*
E' ormai prassi che con l'arrivo dell'estate riesploda il problema acqua. Ma la politica cosa fa per evitare o almeno limitare tutto questo?
di Fabio Di Stefano*
Quanto sta avvenendo è la riprova di come poco omogenea fosse l'alleanza messa in piedi da Berlusconi, ovvero quanto fosse unicamente funzionale a risolvere in chiave legislativa anzitutto i suoi problemi.
di Il pungitopo
Se le società partecipate funzionassero, avremmo trovato la soluzione al fabbisogno finanziario degli enti locali. Ma se si vuole che tali aziende producano utili è necessario che ad amministrarle non siano più i politici o gli amici dei politici, ma dei professionisti competenti. Lo dice il Comune di Catania. Se non ci credete leggete qui.
di Robespierre
Proprio nel giorno della commemorazione di Paolo Borsellino e della sua scorta, si è consumata a Palermo una nuova rottura dentro la Procura della Repubblica. Ma Sciascia insegna che..
di Robespierre
Il governatore indossa la veste di mediatore e pensa di esportare il suo modello di gestione che, nel giro di tre anni, ha portato il bilancio della Regione Siciliana sull'orlo della bancarotta.
di Robespierre
Dopo aver letto l'intervista su "La Sicilia" è meglio farsi quattro conti. Non è vero che non sono stati toccati i finanziamenti per le agevolazioni. E il Sud perderà altri posti di lavoro
di Robespierre
A meno di un anno dall'appuntamento elettorale per il rinnovo dell'amministrazione comunale di Catania,vale la pena di interrogarsi su ciò che la città si aspetta, sulle aspirazioni e le esigenze che confluiranno nella scelta del nuovo sindaco.
di Robespierre
Posso garantirvi che Pippo Timpanaro e Natale Forlani, rispettivamente responsabile siciliano e nazionale di Italia Lavoro, sono persone serene ed assai equilibrate. Eppure questa volta il nostro ineffabile signor sindaco è riuscito a far perdere loro le staffe
di Robespierre
Stavolta il nostro sindaco la spara grossa: due linee del metrò, 20.000 nuovi posti auto, tre linee di tram. Da far venire l'invidia al suo collega Albertini.
di Paolo Magnano
Dieci giorni di analisi non sono bastati per capire il segreto del successo di Claudio Fava e di Ferdinando Latteri
di Colapesce
Che Scapagnini tentennasse in quanto a divulgatore del benessere ce n'eravamo accorti. A partire da quel certo yogurt magico…
di Robespierre
Cos'è successo realmente, nella nostra metà campo, il 12 e 13 giugno? Un invito alla riflessione ed un consiglio di botanica
Gerenza | Scriveteci | Sostieni il dito | Pubblicità
ildito.it - associazione Athena (p.iva 03944360878)