Barbagallo verso Bruxelles
Giovanni Barbagallo dovrebbe prendere il posto di Crocetta nell'Europarlamento, dopo l'elezione alla presidenza siciliana. La Barracciu, prima dei non eletti, è orientata a rimanere in consiglio regionale della Sardagna.

La rappresentanza istituzionale catanese si rafforza. A breve dovrebbe toccare a Giovanni Barbagallo, vicino al ritorno a un'assemblea elettiva, quella del Parlamento Europeo. Dopo aver concluso la sua lunga esperienza all'Ars, deputato tra i più apprezzati prima nella Margherita di cui è stato anche capogruppo, poi nel Partito Democratico, Barbagallo è destinato allo scranno europeo. Nel 2009, infatti, si candidò nella lista del PD, arrivando quarto con 68.505 voti, dopo i due eletti Rita Borsellino e Rosario Crocetta. Terza fu Francesca Barracciu, attuale consigliere regionale in Sardegna. Crocetta, dopo l'elezione alla presidenza della regione Sicilia, sta lasciando il suo posto a Bruxelles. A lui subentrerebbe la Barracciu che però ha deciso di non lasciare il suo incarico in Sardegna e cederà quindi la sua posizione a Giovanni Barbagallo.

Tra poche settimane, quindi, completati i vari adempimenti burocratici tra rinunce e scorrimento di posizioni, Catania dovrebbe avere un nuovo deputato europeo. A Barbagallo, che in questi anni ha svolto con grande competenza e passione il lavoro a Palermo, toccherà un incarico prestigioso dopo aver deciso, pochi mesi fa, di non ricandidarsi all'Ars, lasciando spazio e sostenendo il suo omonimo sindaco di Pedara, Anthony Barbagallo, primo degli eletti del PD in provincia di Catania. Un gruppo importante composto anche da consiglieri e rappresentanti istituzionali - eredità della migliore tradizione del cattolicesimo democratico e del mondo del lavoro e del volontariato - che continuerà a rappresentare, anche con questo nuovo incarico per Giovanni Barbagallo, un punto di riferimento per le prossime sfide che riguardano la Sicilia e la città di Catania.



11/12/2012
Gerenza | Scriveteci | Sostieni il dito | PubblicitĂ 
ildito.it - associazione Athena (p.iva 03944360878)