A “Dialoghi su cinema e letteratura” proiettato il film “La scomparsa di Patò”
di redazione
La manifestazione, nata da un'idea di Salvo Fallica, ha visto presenti Nino Frassica protagonista del film ed il regista Mortelliti che ne ha annunciato la messa in onda su Rai Uno

Dalla Biblioteca Comunale di Paternò, gremita di pubblico, l'annuncio tanto attesto dai fans camilleriani: il film “La scomparsa di Patò”, che di recente ha trionfato al Festival del Cinema di Toronto, sarà trasmesso anche in televisione, precisamente su Rai Uno. E' partita alla grande la manifestazione “Dialoghi su cinema e letteratura” Interviste ai personaggi, organizzata dall'assessorato alla Cultura del Comune di Paternò, nata da un idea del giornalista Salvo Fallica. Un evento culturale che ha vissuto di tre fasi: il dibattito-presentazione con il regista Mortelliti, l'attore Nino Frassica, il presidente dell'Università Kore di Enna, Cataldo Salerno, il sindaco e assessore alla cultura di Paternò, Mauro Mangano. L'incontro è stato moderato e coordinato da Salvo Fallica. Poi vi è stato un contributo video di Andrea Camilleri ed a seguire la proiezione del film. Per quasi quattro ore un pubblico accorso numeroso, ha riempito non solo la Biblioteca comunale, ma anche la vicina Galleria d'Arte moderna, opportunamente attrezzata dal Comune per poter seguire in diretta l'evento culturale. Il dibattito è stato vivace, dinamico, fresco. Si è discusso dell'opera camilleriana fra letteratura e cinema in maniera originale. Il regista Mortelliti sollecitato dalle domande di Fallica, ha anche anticipato al pubblico che sta lavorando al progetto di due nuovi film incentrati sui romanzi storici di Camilleri: “Il casellante” ed “Il re di Girgenti”. Mortelliti ha divertito il pubblico raccontando aneddoti curiosi e simpatici su Camilleri. E di aneddoti, riflessioni brillanti ed ironia è stato intessuto l'intervento di Nino Frassica, che rispondendo alle domande del moderatore ha raccontato il film e si è raccontato, deliziando il pubblico. Ed ha appreso in diretta una notizia: sarà chiamato dal regista Mortelliti per ruoli da protagonista nei prossimi film incentrati sui romanzi di Camilleri. Prima di questo colpo di scena finale di Mortelliti, che è notizia vera e confermata, Cataldo Salerno ha fatto un'analisi lucida e razionale sulla sottovalutazione che parte della critica letteraria e artistica fa della comicità, ma anche del genere narrativo giallo. Un grande dibattito di livello nazionale che attiene ad una concezione democratica della cultura che anche grazie a Camilleri ha fatto passi avanti. E rivolgendosi a Nino Frassica, Salerno ha aggiunto: “Lei è stato fortunato ad essere riconosciuto dall'intellighenzia e dalla critica mentre è in vita, altri comici hanno avuto tale riconoscimento solo dopo la morte”. Il sindaco Mauro Mangano ha messo in evidenza l'importanza storica di questo evento: “E' una manifestazione culturale che ha successo di pubblico e di critica, per usare il linguaggio dei recensori degli eventi. E' un giorno molto bello per Paternò, perché la città mostra di voler partecipare agli eventi culturali e nel contempo si proietta all'esterno come vitale, dinamica. È l'esempio di una cultura democratica, libera, autentica”. L'incontro è stato seguito anche dal nuovo comandante della stazione dei Carabinieri di Paternò, Lorenzo Provenzano, dal sindaco di Nicolosi Nino Borzì, dal presidente del Consiglio comunale di Paternò Laura Bottino, da molti assessori della giunta e da parecchi consiglieri comunali di diverse aree politiche. Presenti numerose associazioni culturali cittadine. La cultura come linguaggio universale dei valori, per citare una frase del mecenate e artista Antonio Presti.



30/11/2012
Gerenza | Scriveteci | Sostieni il dito | PubblicitĂ 
ildito.it - associazione Athena (p.iva 03944360878)