“Crocetta punta su Battiato per la cultura siciliana”
di Salvo Fallica*
pubblichiamo l'articolo apparso su "L'Unità" che contiene alcuni retroscena sulla scelta del Governatore Rosario Crocetta e sulla genesi del Battiato "pubblico" con l'Estate Catanese del Sindaco Enzo Bianco.

Rosario Crocetta vuole il grande cantautore Franco Battiato nella sua giunta, e per ottenerlo sale sulle sommità dell'Etna. Non è una metafora, secondo quanto racconta una fonte autorevole, ancor prima di partire a Lampedusa per una breve vacanza post-vittoria, il neopresidente della Regione sarebbe andato a trovare l'autore a Milo, un piccolo paese che sorge sui pendii del vulcano. Luogo dove Battiato ama meditare, comporre, creare, luogo dove dialoga con il filosofo Manlio Sgalambro. Ma come nasce l'idea di Battiato? Crocetta ha già il suo centro di gravità, ovvero l'idea che la rivoluzione etica e politica passi per la cultura.

Battiato, filosofo, regista, cantautore, incarna l'idea di una cultura alta e plurale, aperta verso altri mondi. Sarebbe un segnale di rinnovamento. Crocetta non ha dubbi, punta su Battiato. Gli telefona, lo va a trovare, e con il suo entusiasmo contagioso racconta al cantautore qual è la sua idea di cultura. Battiato è un uomo che ama la Sicilia, che vuol contribuire per migliorare l'isola, ma ha una molteplicità di impegni. Chiede a Crocetta qualche giorno per sciogliere la riserva. Cosa che farà pubblicamente a Catania con una conferenza stampa, martedì. Ma, da quanto trapela, non sarebbe orientato a fare l'assessore alla Cultura, ma ad occuparsi dei grandi eventi, di spettacolo e musica.“Una soluzione – spiega la nostra fonte - potrebbe essere la direzione artistica dei grandi eventi”. Anche il senatore del Pd Enzo Bianco, ex sindaco di Catania, ha telefonato a Battiato caldeggiando l'idea dell'assessorato alla Cultura. Bianco costruì il successo della rinascita culturale di Catania anche con la direzione artistica dell'estate etnea di Battiato.

Martedì, dunque, il cantautore-regista scioglierà la riserva in una conferenza-evento, ma già trapela il suo orientamento a collaborare con il nuovo governo guidato da Crocetta.  E se dall'entourage di Battiato non confermano nè smentiscono, la nostra fonte evidenzia: “Bisogna tenere in considerazione che fra poco Battiato parte per tre mesi (da gennaio a marzo) in tournée, non sarebbe facile conciliare il ruolo a tempo pieno dell'assessore con i suoi plurimi impegni. E più orientato ad occuparsi dei grandi eventi, si tratterebbe di una collaborazione prestigiosa”.



05/11/2012
Gerenza | Scriveteci | Sostieni il dito | PubblicitĂ 
ildito.it - associazione Athena (p.iva 03944360878)