Enzo Bianco lancia
la volata a Daniele Capuana
Al Centro Zo affollatissimo incontro. Il candidato PD: «Pronto a lavorare duramente con giovani e meno giovani per far voltare pagina alla Sicilia». Il senatore PD: «Giovane appassionato e perbene, si batta subito per le città metropolitane»

Folla delle grandi occasioni domenica scorsa al centro Zo di Catania per l'incontro "La Sicilia che vogliamo" a sostegno del candidato PD all'Assemblea regionale siciliana Daniele Capuana. Sala strapiena per l'incontro promosso dai Liberal PD (presenti anche i coordinatori regionale e provinciale Mauro Mangano e Paolo Mangione) e organizzato da Mario Crocitti, Francesco Santocono e Totò Arcerito. Presenti anche i consiglieri comunali Francesca Raciti e Carmelo Sofia e la "squadra" di ragazzi e ragazze che sta lavorando con Daniele Capuana. Sul piatto del dibattito la sanità, la spesa regionale, la costruzione di una Sicilia diversa e che offra opportunità ai giovani. E giovani (a cominciare da quelli del "suo" movimento Scelta Giovane) e meno giovani si sono stretti attorno a Capuana.

«La mia elezione sarà l'elezione di tutti noi, dei cittadini con i quali terrò sempre un filo diretto - dice Capuana -. Credo ragazzi e adulti, insieme, possano costruire un percorso per vivere in una Sicilia normale e civile. Diciamo basta alla mala politica del centrodestra che in questi anni ha governato la Regione. No alle clientele, al ricatto di questo o quel politico a "passare" attraverso le segreterie, al voto comprato nelle periferie, alla Sanità che diventa un "favore" e il regno di potere della cattiva politica; no a metodi che stanno portando la Sicilia al fallimento e alla perdita della speranza. Dobbiamo cambiare. Siamo una squadra - aggiunge Capuana - che può avvalersi dei preziosi suggerimenti di Enzo Bianco. E le regionali sono il primo tempo di una partita più lunga. Io ho un grande difetto: mi piace lavorare sette giorni su sette. E lo farò insieme a tutti i siciliani ancora di più da domenica 28. Il nostro lavoro, duro, comincia subito dopo le elezioni».

«La campagna elettorale è aperta ed incerta - interviene infine Enzo Bianco -, ma questa è un'elezione decisiva per i siciliani. La sfida è tra Crocetta e Musumeci e disperdere il voto può essere un regalo pericoloso alla coalizione che sostiene l'ex presidente della Provincia di Catania, la stessa coalizione che stava con Cuffaro prima e che ha fatto eleggere Lombardo poi, portando la Sicilia al tracollo. Oggi dobbiamo cambiare. Daniele Capuana - aggiunge Bianco - da oltre due anni ha deciso di condurre le sue battaglie con il PD, e con i Liberal PD è stato fermamente all'opposizione del governo Lombardo e del suo movimento politico. E' un giovane valido, competente, perbene, appassionato, ha una capacità di lavoro straordinaria ed è sostenuto da un gruppo di ragazzi e ragazze da ammirare. Oggi è sostenuto anche dai Liberal PD che sono impegnati a fondo in questa campagna elettorale per portare all'Assemblea regionale una persona che esprime una Sicilia libera e pulita. Gli chiedo sin da ora, appena eletto all'Assemblea regionale, di farsi portavoce della necessità di ripensare la specialità dello Statuto che è una Ferrari che non riusciamo a far camminare. Togliamo ogni orpello e rendiamolo agile e moderno. A Capuana chiedo di presentare subito una legge che recepisca l'istituzione delle città metropolitane anche in Sicilia, strumento ormai indispensabile per dare una prospettiva ai territori di Catania e Palermo. E poi gli chiedo di lavorare perché si riduca il numero dei duemila dirigenti della Regione, tanti quanti ne ha il Regno d'Inghilterra. Solo che qui guadagnano anche molto di più. Utilizziamo i soldi risparmiati per promuovere e sostenere iniziative che creino ricchezza e innovazione, a partire dai giovani. Impegniamoci a fondo in questi giorni, così come hanno fatto nell’organizzare questo incontro Mario Crocitti, Francesco Santocono e Totò Arcerito che ringrazio di cuore  - è l'invito finale di Enzo Bianco -. I nostri ragazzi hanno diritto a crescere in una città e in una regione all'altezza della loro straordinaria bellezza e che oggi sono sull'orlo del baratro. Hanno il diritto di chiedere di voltare pagina».



23/10/2012
Gerenza | Scriveteci | Sostieni il dito | PubblicitĂ 
ildito.it - associazione Athena (p.iva 03944360878)