Sigonella, accordo definitivo
Rom a Fontanarossa, urge soluzione
La conferenza stampa di Enzo Bianco e dei consiglieri comunali di PD e Gruppo Misto. Il senatore: «Grazie ai vertici istituzionali, sensibili alle nostre richieste. Sullo scalo militare tutti i voli civili. Alitalia faccia di più sulla rotta Catania-Roma e se la newco di Wind Jet è solida dal punto di vista finanziario si faccia presto». Da risolvere la vicenda del campo nomadi: per Stancanelli doveva essere una cosa temporanea di un paio di mesi. Ma è passato un anno e mezzo...

«Stamattina il presidente dell'Enac, VIto Riggio, mi ha confermato che Sigonella ospiterà tutti i voli ordinari previsti per il mese di novembre. L'accordo per l'utilizzo dello scalo militare durante il periodo di chiusura di Fontanarossa è definitivo, ci sono le firme di tutti i ministri competenti». E' quanto annuncia Enzo Bianco nella conferenza stampa di questa mattina all'aeroporto di Catania, con i consiglieri comunali Carmelo Sofia e Lanfranco Zappalà (PD) e Francesco Navarria (Gruppo Misto).

SIGONELLA. «E' la conclusione positiva di un vicenda che avrebbe potuto mettere in ginocchio gran parte della Sicilia e Catania. Siamo riusciti ad evitare un danno gravissimo e inaccettabili disagi per i viaggiatori siciliani e non - aggiunge Bianco -. Per questo ringrazio il ministro dell'Interno Cancellieri, che conosce profondamente il nostro territorio e si è spesa affinché si trovasse una soluzione, nonostante non avesse competenze dirette. Così come dobbiamo dire grazie per la sensibilità dimostrata al ministro della Difesa Giampaolo Di Paola, al capo di stato maggiore dell'Aeronautica militare Giuseppe Bernardis, al ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera e il sottosegretario Guido Improta. E ovviamente al presidente dell'Enac Vito Riggio e alla Sac, che dovrà sostenere l'onere finanziario dello "spostamento" dei voli a Sigonella».

ALITALIA E WIND JET. «Il nostro è il sesto aeroporto d'Italia - prosegue Bianco - ma noto che c'è chi pensa ancora troppo poco a Catania. Mi è capitato di volare con Alitalia da Roma a Milano e mi sono reso conto di una disparità di investimento inaccettabile tra questa tratta e la Roma-Catania che è invece la più affollata d'Italia. Tra Roma e MIlano ci sono molti più voli, varchi dei controlli e parcheggi dedicati, servizio a bordo di prim'ordine. E tutto questo quando c'è anche la possibilità di spostarsi in treno in poco meno di tre ore. Su Catania Alitalia ha dato un piccolo segnale di sensibilità con la nuova offerta di voli di Air One, ma sulle tratte per Roma e Milano faccia di più, offra prezzi più competitivi, più voli, servizio più corposo. Dobbiamo mobilitarci tutti per chiedere di più. Apprendo dai media che sta per ripartire anche la new company di Wind jet. So che ancora l'Enac non ha ricevuto nessuna richiesta, ma se c'è serietà sulla solidità finanziaria anche con la partecipazione dell'Irfis si faccia presto, mi appello all'Enac perché in questo caso l'iter possa essere rapido».

CAMPO ROM E PARCHEGGI A FONTANAROSSA. Infine, la questione irrisolta del campo rom a pochi metri dallo scalo. Bianco mostra un comunicato stampa del Comune di Catania del 25 maggio 2011. «Stancanelli affermava che la soluzione del campo nomadi a Fontanarossa sarebbe stata temporanea, due-tre mesi al massimo. E che si stata provvedendo ad allestire un campo nella zona di Maristaeli. E' passato quasi un anno e mezzo e tutto è rimasto come allora - denuncia il senatore del PD -. Quella di Fontanarossa è stata amministrativamente una decisione aberrante, sia per le condizioni igieniche e sanitarie in cui versa il campo sia per la vicinanza all'aeroporto. Per questo lanciamo l'allarme e ci rivolgiamo a tutte le autorità competenti. Se è vero che c'è una soluzione alternativa si metta in atto. Un'alternativa rispettosa della civiltà e della dignità umana dei nomadi e che consenta alla Sac di realizzare il parcheggio multipiano sull'ex campo di calcio, che il Comune inspiegabilmente non ha ancora ceduto come era invece nei piani».

«La città dovrebbe ringraziare Enzo Bianco per l'impegno profuso e per quanto si è speso nel cercare una soluzione alla chiusura dello scalo etneo - aggiunge il consigliere comunale del PD Lanfranco Zappalà -. Purtroppo non abbiamo notato alcun impegno da parte dell'amministrazione comunale e di Stancanelli. Sulla vicenda del campo rom e della mancata cessione del terreno comunale alla Sac per la realizzazione del previsto parcheggio multipiano continueremo la nostra battaglia in Consiglio comunale». Chiude il consigliere Francesco Navarria, (Gruppo Misto): «Parcheggiare all'aeroporto è impossibile, mentre a 20 metri dall'entrata c'è un ex campo di calcio di proprietà del Comune che Stancanelli forse volontariamente non intende adibire a parcheggio. A chi deve venderlo? Magari a qualche albergatore?»

 



01/10/2012
Gerenza | Scriveteci | Sostieni il dito | PubblicitĂ 
ildito.it - associazione Athena (p.iva 03944360878)