Piogge alla zona industriale,
l'allarme di Confindustria
L'associazione etnea degli industriali richiede interventi preventivi in vista delle piogge autunnali, dopo i violenti rovesci di ieri. "Tutti gli enti interessati adottino un piano coordinato di opere di manutenzione straordinaria" contro il rischio, concreto, di allagamenti

"In relazione all’ondata di maltempo che ha colpito il territorio etneo fin dalla notte del 2 settembre e dell’imminente arrivo delle piogge autunnali, Confindustria Catania segnala il rischio di possibili esondazioni e allagamenti a danno delle imprese in zona industriale, in particolare per gli stabilimenti ubicati in prossimità del canale D’Arci e nelle zone a ridosso della strada statale 114". Comincia così la nota diffusa dagli industriali etnei.

"Lo stato di allerta - proseguono gli industriali - riguarda in particolare il livello del canale d’Arci per la presenza in più punti di detriti e canneti che ne limitano significativamente il deflusso. Le imprese,  quindi, riconfermano tutto il loro disagio di fronte al perpetuarsi di problematiche che dovrebbero essere prontamente affrontate per scongiurare danni peggiori a persone e cose.
Nel prendere atto dell’impegno del Consorzio a provvedere alla pulizia delle reti scolanti secondarie, così come assicurato in una nota del 29 agosto scorso, Confindustria Catania chiede a tutti gli enti interessati (Comune, Provincia, Prefettura, Genio Civile) l’adozione in tempi ristretti di un piano coordinato di opere di manutenzione straordinaria che possa dare definitiva soluzione a quelle criticità che ostacolano il normale svolgimento delle attività produttive".



04/09/2012
Gerenza | Scriveteci | Sostieni il dito | PubblicitĂ 
ildito.it - associazione Athena (p.iva 03944360878)